Tecnologia blockchain per contribuire alla vita sostenibile in Italia

May 02, 2019 at 10:45 // News
Author
Coin Idol
La startup chiamata EarthBi ha scelto la blockchain per garantire caratteristiche e tracciare i suoi prodotti bioplastici in Italia.

Un colosso italiano produttore di bioplastiche ha deciso di esplorare la tecnologia blockchain e ledger distribuita e il suo potenziale per la sua produzione sostenibile. La startup chiamata EarthBi ha scelto la blockchain per garantire caratteristiche e tracciare i suoi prodotti bioplastici in Italia.

L'Italia è uno dei maggiori esportatori di rifiuti di plastica non riciclati nel mondo, secondo lo studio basato sui dati di Eurostat, infatti è classificato all'11 ° in tutto il mondo. L'anno scorso, il paese ha esportato oltre 197.000 tonnellate di plastica, e se i rifiuti prodotti dalla plastica non sono vengono trattati correttamente, può essere causato degrado ambientale attraverso mari inquinati, fiumi, terra, vita acquatica, produzione agricola, che mette i cittadini italiani in alti rischi di contrarre malattie.

Nel tentativo di impedire che i rifiuti di plastica colpiscano la salute dei cittadini, i professionisti si sono uniti per intraprendere progetti rivoluzionari competitivi e innovativi, tra cui blockchain e tecnologia ledger distribuita, in grado di risolvere il problema partecipando al processo di produzione. L'obiettivo principale è prevenire l'inquinamento ambientale causato dalle materie plastiche.

La Blockchain per prevenire il degrado ambientale

Oltre alle campagne "no plastica" nel paese, che mirano a bloccare l'intera produzione industriale di plastica, la startup EarthBi, ha lo scopo di cambiare l'intero settore combinando l'incessante progresso tecnologico con la sostenibilità ambientale, e ha introdotto una nuova materiale plastico biodegradabile sul mercato - attraverso uno studio condotto da scienziati e università italiane.  

La bioplastica avrà un impatto positivo sull'ambiente e l'impiego della tecnologia blockchain nel garantire e assicurare l'autentica trasparenza sulle caratteristiche tecniche del prodotto, dal momento che la tecnologia consente il monitoraggio dei prodotti e consente anche ai consumatori finali di rintracciare il prodotto origine, quantità e destinazione.   

L'Italia continua ad esplorare la Blockchain  

Proprio come molti altri paesi nel mondo, l'Italia è alla ricerca di modi efficaci per far crescere la sostenibilità. Recentemente il governo ha affermato che le soluzioni blockchain hanno il potenziale per salvare il paese dai blackout di energia.

Durante il XIX workshop annuale, è stato reso noto che entro il 2030 l'Italia vedrà prolungati blackout a causa della forte domanda di energia rinnovabile come energia solare, geotermica, eolica, ecc. Come fonte di energia. I processi di elettrificazione, automazione e digitalizzazione potrebbero causare gravi sofferenze al sistema energetico del paese, impiegando oltre 1700 ore all'anno. Tuttavia, l'uso corretto di blockchain e di ledger distribuiti potrebbe aiutare a salvare il giorno se la tecnologia viene introdotta abbastanza presto.

Una tecnologia: numerose soluzioni

Tuttavia, la crescita della sostenibilità è solo uno dei tanti campi in cui la blockchain viene utilizzata in Italia. Il mese scorso, Carrefour, un gruppo francese di supermercati con le sue attività in Italia, ha mostrato il suo impegno a bloccare la catena di prodotti nella catena di approvvigionamento e ha rivelato che vuole rintracciare l'origine di oltre il 20% dei suoi prodotti prima della fine di quest'anno.

Inoltre, l'industria alimentare del paese utilizza la tecnologia rivoluzionaria per eseguire attività sicure, trasparenti e immutabili senza necessariamente utilizzare l'organismo di certificazione - e i clienti non saranno preoccupati per l'approvvigionamento di cibo.

Anche l'industria del vino ha iniziato a utilizzare la tecnologia blockchain. Il paese è uno dei maggiori produttori di vino al mondo con oltre 4.600 aziende vinicole distribuite in oltre 140 paesi diversi a livello globale.

Il paese utilizzerà il successo blockchain del vino in altri progetti correlati come il Made in Italy e il governo ha investito oltre 40 milioni di euro per sperimentarlo. La tecnologia verrà utilizzata per proteggere il Made in Italy dalla contraffazione, in particolare i prodotti tessili.

Poiché tutti questi settori contribuiscono in gran parte all'economia nazionale, generando entrate dai prodotti esportati e pagando le tasse al governo, l'Italia prevede anche di utilizzare la tecnologia blockchain per combattere l'evasione fiscale poiché la tecnologia ha il potenziale per fornire una soluzione costante, affidabile e dati affidabili in tempo reale quindi creare un sistema in cui le autorità fiscali e i contribuenti hanno pari fiducia e certezza nell'onestà delle informazioni raccolte.

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link:  https://coinidol.com/sustainable-life-italy/