La Blockchain è utilizzata per tracciare l'origine dei prodotti in Italia

Apr 24, 2019 at 10:33 // News
Author
Coin Idol
Secondo Emmanuel Delerm, direttore del programma Blockchain di Carrefour, la società prevede anche di aggiungere circa 40 prodotti diversi alla lista tra un paio di mesi.

Poiché l'uso delle criptovalute e della tecnologia blockchain continuano a guadagnare terreno, in Italia Carrefour - un gruppo di supermercati francese - è fortemente impegnato nell'innovazione tecnologica per rintracciare oltre 20 dei suoi 300 prodotti di marca nella catena di approvvigionamento progettando di tracciare l'origine ( luogo di provenienza) di oltre il 20% dei suoi prodotti offerti entro la fine del 2019.

Secondo Emmanuel Delerm, direttore del programma Blockchain di Carrefour, la società prevede anche di aggiungere circa 40 prodotti diversi alla lista tra un paio di mesi.

Ricordate, nel marzo 2018, il gruppo di supermercati ha dichiarato che avrebbe ampliato il suo programma di tracciabilità alimentare aggiungendo altri 8 prodotti. Carrefour ha detto al momento:   

"Per i clienti, risponde alla necessità di una maggiore trasparenza, per i produttori, consente loro di ottenere più valore dalla loro produzione e dal loro know-how".   

Progetto pilota blockchain   

L'azienda sta conducendo un progetto pilota di monitoraggio dei suoi prodotti in 4 paesi giganti: Italia, Francia, Cina e Spagna. Con questo programma, gli utenti possono facilmente ottenere dettagli relativi all'origine, al tipo, alla data di fabbricazione, al peso e ad altre informazioni importanti della merce, semplicemente scansionando un codice QR allegato sulla confezione.   

"Quando abbiamo provato questa funzione in Cina, l'abbiamo fatto con un pompelmo cinese e abbiamo ottenuto cifre incredibili. I clienti hanno scannerizzato 1 su 2 o 3 pompelmi per verificare da dove provenisse la frutta", ha detto Delerm Said.   

Tuttavia, secondo il direttore del programma di Carrefour, ciò non avviene in tutti i mercati in modo simile, ad esempio, i clienti cinesi utilizzeranno le nuove tecnologie in corso. Ha rivelato.   

"In paesi come il Belgio e la Spagna, abbiamo notato che i clienti hanno scannerizzato solo un pompelmo su 20".   

Tracciamento di prodotti con Blockchain e Distributed Ledger   

Attualmente il programma ha seguito rigorosamente il monitoraggio delle materie prime del marchio Carrefour, ma è stato raggiunto un accordo con Nestlé, in base al quale la tecnologia verrà utilizzata per tracciare la fornitura di alcune marche di purè di patate noti come Mousline.   

Oltre a questa collaborazione, il retail francese ha in programma di creare il suo programma Act for Food e la sua promozione tecnologica blockchain. Attraverso il marchio nazionale riconosciuto Mousline, Nestlé lavorerà sodo per rafforzare il legame di fiducia con i suoi clienti, fornendo maggiore trasparenza in particolare sulla sua catena di produzione e di fornitura.   

"La quantità di prodotti che tracciamo con blockchain probabilmente aumenterà con il progredire della tecnologia, e sicuramente tutti noi sapremo tutto il potenziale che la blockchain può offrire a diversi settori, mantenendo la sicurezza dei dati", ha rivelato Delerm. 

Nel gennaio di quest'anno, come riportato da Coinidol, Carrefour Italia, ha utilizzato la tecnologia blockchain e ledger distribuita per rintracciare efficacemente polli, cibo, frutta e altri prodotti agricoli nei propri supermercati in tutto il paese. Carrefour è focalizzato a sperimentare con blockchain nel tenere traccia dei propri prodotti in Italia per così tanto tempo.

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link:  https://coinidol.com/blockchain-products-italy/

Show comments()