Italia: i regolamenti deboli su Blockchain espongono gli utenti a molti rischi

Apr 29, 2019 at 12:12 // News
Author
Coin Idol
La tecnologia blockchain avrà un impatto sulle operazioni di gestione del rischio organizzativo.

Diverse pubblicazioni accademiche in Italia discutono i rischi associati alle criptovalute, tra cui Bitcoin, Ethereum, Ripple e altri, e avvertono che esiste una serie di vulnerabilità create dalla dipendenza dalla tecnologia blockchain e ledger distribuito, incluso il crimine informatico.

La tecnologia blockchain avrà un impatto sulle operazioni di gestione del rischio organizzativo. Inoltre, le reti di registri distribuiti stanno affrontando sfide di ridimensionamento economico, affrontano elevati costi di transazione, impiegano molto tempo a verificare le transazioni soprattutto durante i periodi di elevato volume.

Perdite causate dal crimine informatico

La struttura decentralizzata delle innovazioni e delle applicazioni tecnologiche rende più difficile rispondere ai rischi e alle vulnerabilità potenziali rispetto alle istituzioni centralizzate che gestiscono le proprie tecnologie proprietarie. I rischi sono stati riconosciuti nell'applicazione della  blockchain, ma ci sono ancora processi lenti per applicare i cambiamenti poiché è molto difficile completare un'azione coordinata tra i partecipanti autonomi.

Recentemente, è stato riferito che l'Italia ha perso quasi 10 miliardi di euro in criptovaluta attraverso la criminalità informatica. Esistono varie forme di crimini informatici associati alle criptovalute, blockchain e ai libri contabili distribuiti, come frodi, riciclaggio di denaro, finanziamento del terrorismo, operazioni sotto copertura industriale, sostegno alla prostituzione, commercio illegale di droga o traffico di droga, ecc. E i crimini informatici continuano ad aumentare rapidamente su larga scala, secondo il Global Risk Report 2019 condotto dal World Economic Forum.  

Ci sono molte aziende che hanno subito gravi minacce commerciali per e-mail che hanno causato danni per oltre 300.000 euro, alcune delle quali sono state parzialmente recuperate dalle autorità competenti nel paese.   

Prevenire i rischi associati alla Blockchain   

Il mese scorso, la Banca d'Italia ha pubblicato uno studio soprannominato "Aspetti economici e normativi della cripto-attività" che esamina gli aspetti economici delle attività Bitcoin sulle e criptovalute. Lo studio ha rivelato che la mancanza di un quadro normativo ben definito mette gli utenti di blockchain e criptovalute a rischio come la perdita permanente delle loro crypto a causa di malfunzionamenti, perdita di chiavi private, caduta di valore a causa dell'elevata volatilità dei prezzi, attacchi al computer, smartphone e altri dispositivi elettronici, nonché i rischi legati al riciclaggio di denaro.

"L'uso di exchange decentralizzati rende difficile, tuttavia, identificare il beneficiario effettivo delle criptovalute e, più in generale, consentire forme di blocco che non sono facilmente controllabili", afferma lo studio.

Mettere in luce le tecnologie innovative  

All'inizio del mese, il BoI e la Consob, l'autorità responsabile della protezione degli investitori, hanno posto sotto i riflettori le criptovalute e la tecnologia blockchain. I due hanno presentato un documento intitolato "Offerte iniziali e scambi di cripto-attività" che si concentrava sull'organizzazione di un dibattito nazionale sulle offerte di monete iniziali (ICO) e sugli exchange di assets digitali. La Banca d'Italia ha inoltre pubblicato un documento intitolato "Aspetti economici e normativi della cripto-attività" che analizza le radici dei profili economici delle crypto e affronta anche la regolamentazione delle piattaforme di exchange, i fornitori di wallet, le offerte iniziali di monete, ecc.   

Si ricorda inoltre che la Banca d'Italia ha definito Bitcoin e altri asset digitali inutili, rischiosi, pericolosi, speculativi e inefficienti, e la banca ha espresso la sua insoddisfazione per il modo in cui queste risorse digitali vengono utilizzate.

Secondo il rapporto Europol 2015, Bitcoin è utilizzato come mezzo di pagamento di transazioni criminali famigerate di oltre il 40% solo all'interno dell'Unione europea. Inoltre, a febbraio dello scorso anno, un gruppo di ricerca australiano ha scoperto che quasi ¼ dei sostenitori delle criptovalute partecipano a operazioni illegali, osservando che oltre $ 72 miliardi di attività malevole annualmente coinvolgono le criptovalute, specialmente Bitcoin.

Tuttavia, il potenziale di blockchain, internet of things, intelligenza artificiale e criptovaluta in Italia è ineguagliabile e continua a crescere in modo significativo. La tecnologia nascente cambierà la posizione globale del paese. Ora il governo sta cercando di fare tutto il possibile per stabilizzare il terreno affinché queste tecnologie innovative possano operare in un ambiente favorevole.

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link:  https://coinidol.com/weak-blockchain-regulations/

Show comments()