Banca d'Italia e Consob mettono in evidenza blockchain e criptovalute

Apr 04, 2019 at 16:28 // News
Author
Coin Idol
Banca d'Italia e Consob mettono in evidenza Blockchain e Crypto

Le autorità di vigilanza italiane stanno pianificando di supervisionare le attività di blockchain e criptovalute nel paese. La Commissione Nazionale per la Società e la Borsa (Consob), un'autorità incaricata di salvaguardare gli investitori, ha presentato il 19 marzo un documento ufficiale denominato "Offerta iniziale e scambi di criptoattività" al fine di organizzare un dibattito nazionale sulla questione della moneta iniziale offerte (ICO) e scambi di criptovaluta - dove normalmente i cittadini investono i loro fondi.

Allo stesso modo, la Banca d'Italia ha anche pubblicato un documento intitolato "Aspetti economici e normativi della cripto-attività" del 18 marzo, che analizza i profili economici, contabili e sensibili della cripto-attività e dimostra ulteriormente la regolamentazione del piattaforme di scambio di criptovaluta approvate e adottate in diverse giurisdizioni, con una breve descrizione del protocollo di tecnologia di registro distribuito degli scambi, dei fornitori di portafogli, di ICO, di contratti intelligenti e altri.

Diversi Paesi si stanno attrezzando per regolamentare la blockchain

I due documenti mostrano che questa classe specifica di criptovalute non rientra in nessuna categoria di denaro e strumento finanziario. Tuttavia, la Consob non ignora la qualifica di un prodotto finanziario, una classe che comprende tutti gli elementi che descrivono il modello di investimento di carattere finanziario. L'assunzione di un rischio direttamente collegato all'uso del capitale, l'uso del capitale e la prospettiva di performance finanziaria. Di recente, l'Italia ha accolto con favore la mossa della Consob su criptovalute e ICO.

Altri organismi di controllo, tra cui le autorità europee di vigilanza, hanno anche mostrato interesse a creare un quadro normativo sufficiente, in particolare la qualifica di token e il loro quadro giuridico. Altri registri distribuiti e paesi crypto come Malta, Francia, Svizzera, Lichtenstein, Corea, Tailandia, ecc. si stanno preparando a regolamentare la questione dei token.

L'autorità ha pubblicato il rapporto EBA sulle criptovalute che si occupa della questione dei token di pagamento e sottolinea ulteriormente il rischio che i modelli crittografici possano teoricamente soddisfare la definizione di moneta elettronica menzionata nella direttiva sulla moneta elettronica (EMD) - Direttiva 2009/110.

Definizione legale di token

Il parere dell'ESMA sulle valute digitali e le organizzazioni internazionali, si concentra in gran parte sui securiy token e sulle ICO e mostra ulteriormente i rischi di arbitraggio normativo nel deficit della legislazione condivisa e la rilevanza per le ICO.

Inoltre, la Repubblica di San Marino ha adottato un regolamento specifico sulle ICO e ha fornito la definizione di token. Ha inoltre differenziato i diritti assimilati in essi, in particolare tra questi tre tipi di token: pagamento, sicurezza e token di utilità. Il paese ha anche stabilito le regole chiave per il rilascio di ICO.

Istituzioni e aziende in Italia, con l'obiettivo di finanziare e supportare progetti innovativi di criptovalute e blockchain, devono seguire le regole e i regolamenti finanziari esistenti, in attesa di un quadro normativo completo e generalizzato sulle crypto.

Tuttavia, il mese scorso, la Banca d'Italia ha emesso un rapporto contro le cripto che includeva Bitcoin, definendoli pericolosi, inefficienti, inutili e speculativi. Dall'aspetto della situazione in quel momento, la banca non era contenta del modo in cui funzionano le valute digitali.

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link:  https://coinidol.com/italy-blockchain-crypto/