L'Italia continua a lavorare sulla Task Force di Esperti Blockchain

Mar 08, 2019 at 15:14 // News
Author
Coin Idol
La task force, finalizzata allo sviluppo della strategia blockchain nazionale, è stata creata con successo in Italia. Il gruppo ha già tenuto numerosi incontri fruttuosi.

La blockchain ha catturato una grande attenzione dei social media e, quindi, delle istituzioni governative. La task force, finalizzata allo sviluppo della strategia nazionale sulla blockchain, è stata creata con successo in Italia. Il gruppo di esperti ha già tenuto una serie di fruttuosi incontri.

Assegnazioni chiave   

Il gruppo di esperti ha istituito il terzo incontro sulle tecnologie blockchain e ledger distribuiti presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Nelle ultime due settimane, ha agito attraverso "sottogruppi", specifici in diverse aree. Il tema principale dell'incontro era la necessità di raccogliere maggiori informazioni sulla tecnologia con l'aiuto non solo di esperti, ma anche di "non professionisti". Infatti, nonostante l'attenzione dei social media a questo argomento, la maggior parte delle persone non è ancora informata sulle varie opportunità che può offrire la blockchain.   

"Comunicazione, conoscenza, consapevolezza e competenza sono le parole chiave del nostro sottogruppo", spiega Gian Luca Comandini, imprenditore, insegnante e membro della task force.   

"Il nostro compito è duplice perché, da un lato, ci occuperemo di dire alle persone ciò che la task force sta facendo (e  farà) e, dall'altro, aiuteremo il sistema italiano (operatori giornalistici e di comunicazione, ecc.) ad essere in grado di informare correttamente i cittadini sull'impatto rivoluzionario della blockchain".   

La blockchain unisce i paesi europei  

Non è una coincidenza, che uno degli obiettivi principali della European Blockchain Partnership, nel quale l'Italia ha aderito con una partnership nel settembre 2018, è quello di garantire che il "vecchio continente" giochi un ruolo importante nello sviluppo e nell'adozione di soluzioni basate su questo tecnologia. La partnership europea Blockchain è stata creata per incoraggiare la collaborazione tra i paesi europei e lo scambio di esperienze e conoscenze.   

L'adozione e la diffusione della conoscenza dell'innovazione sono anche tra gli obiettivi della Dichiarazione sulla blockchain firmata dall'Italia a dicembre come parte dei trattati MED7. MED7 è un gruppo informale che riunisce 7 paesi mediterranei membri dell'Unione europea, vale a dire Francia, Spagna, Italia, Portogallo, Cipro, Grecia e Malta. La Dichiarazione riconosce il ruolo della tecnologia di registro distribuito che, insieme ad altre tecnologie emergenti come il 5G, l'Intelligenza Artificiale e l'Internet delle cose, può svolgere un ruolo decisivo nello sviluppo economico di questi paesi.   

"È responsabilità dei governi garantire che i loro cittadini comprendano appieno il potenziale delle tecnologie emergenti e quindi promuovano e incoraggino programmi di formazione su queste tecnologie a tutti i livelli", afferma la dichiarazione. 

L'Italia è il terzo paese in Europa in termini di adozione di innovazioni. Il governo del paese ha sostenuto attivamente una serie di iniziative basate sulle tecnologie digitali, tra cui il sistema di voto elettronico basato sulla blockchain.

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link:   https://coinidol.com/task-force-blockchain/