L'Italia approfondisce la votazione elettronica utilizzando la tecnologia blockchain

Mar 06, 2019 at 15:26 // News
Author
Coin Idol
Ora sta investendo molto per consentire un voto elettronico efficiente basato su blockchain nel prossimo futuro.

Sono state spese molte risorse per consentire il processo di voto per i diritti civili. L'Italia ha speso da sola oltre 389 milioni di euro per condurre le elezioni parlamentari del 2013. Ora sta investendo molto per consentire un voto elettronico efficiente basato su blockchain nel prossimo futuro.

In Italia, l'attenzione sulla blockchain sta finalmente dimostrando di essere progressivamente alta, così come sta accadendo in altre nazioni del mondo come la Svizzera (nella città di Zugo), la Sierra Leone (di Agora - una società con sede in Svizzera). Questo è un segno di come l'istituzione di nuovi processi e sistemi sostenuti da tecnologie innovative, sia nella pubblica amministrazione italiana (PA) che nelle aree industriali, potrebbe funzionare come molla di un pesante rinnovamento.

La condizione italiana riguardante l'uso della blockchain, oggi vede infatti numerose iniziative volte a far valere il livello di attenzione e a riconoscere il potenziale di questa tecnologia innovativa. L'Italia ha implementato il sistema di voto elettronico basato sulla Distributed Ledger Technology in modo che i suoi cittadini all'estero possano votare con successo.

MiSE si concentra per raggiungere il successo su DLT

A settembre dello scorso anno, il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), guidato dal ministro Luigi Di Maio, ha lanciato un bando per esperti che ha portato alla nomina di 30 membri con multi-abilità professionali, per scoprire le questioni che nasceranno da diverse prospettive.

Per adempiere e sostenere questa promessa governativa, c'è un atto approvato dalla Camera dei Deputati che percepisce il suo primo firmatario come On. Giuseppe Brescia - attuale presidente della commissione per gli affari costituzionali della Camera.

Proprio questo atto obbliga il governo italiano a lanciare un tavolo di discussione tecnica tra il Ministero dell'Interno, il Garante per la protezione dei dati personali, il Ministero della PA e l'Agenzia per l'Italia digitale per l'approvazione delle linee guida per la sperimentazione di strumenti elettronici di voto tramite l'uso della blockchain nel settore delle procedure elettorali e dell'esercizio del diritto al voto.

Prossimamente E-VOTA

Sulla piattaforma Rousseau creata dal Movimento a 5 stelle (M5S), esiste una certa funzione nota come "Lex Enrolled" in cui gli utenti registrati della piattaforma possono effettivamente scrivere proposte legislative che vengono sottoposte allo studio e all'esame di tutti gli utenti registrati. Tra le proposte stanziate dagli abbonati c'è la proposta di una legge di iniziativa dei cittadini sul voto digitale sicuro e approvato che utilizza blockchain.

Inoltre, il 22 gennaio 2019, è stata ufficializzata la validità legale delle transazioni di tecnologia del registro ledger e dei contratti intelligenti. Come riportato da Coinidol, un emendamento al Decreto Semplificazione, firmato per la prima volta da Stefano Patuanelli, contiene per la prima volta nel sistema italiano tecnologie basate sulla blockchain e una definizione legale di contratto intelligente.

Le definizioni sono state incluse nella modifica di legge, con diverse modifiche, del decreto n. 14 del 14 dicembre 2018, istituito dalla legge n. 12 dell'11 febbraio 2019. Questo è il seme che consentirà nel prossimo futuro per aggirare i notai e le autorità di certificazioni centralizzate, dal momento che i contratti intelligenti ora sono equivalenti a contratti scritti.

Progetto di votazione elettronica in tutto il mondo

Nomination alla Camera dei Deputati martedì 12 marzo 2019 per riflettere sullo stato del voto digitale, nell'occorrenza soprannominata "E-VOTA!" Organizzata dal presidente Giuseppe Brescia.

Il governo della Corea sta valutando di sviluppare e implementare anche il sistema di voto sulla DLT. 

"Ci aspettiamo che il sistema basato su blockchain aumenti l'affidabilità del voto", ha dichiarato Kim Jeong-won, un funzionario del ministero. "Il ministero continuerà a supportare l'applicazione della tecnologia blockchain per utilizzarlo attivamente in aree che richiedono affidabilità".

L’agenzia governativa della Thailandia - NECTEC ha anche creato una soluzione basata su blockchain per digitalizzare il posizionamento dei voti nel paese. Questa tecnologia innovativa integra il voto elettronico in gruppi ristretti e il ballottaggio tradizionale.

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link:  https://coinidol.com/italy-delves-voting/

Show comments()