La Blockchain per aumentare la qualità della tracciabilità degli alimenti in Italia

Jun 12, 2019 at 12:03 // News
Author
Coin Idol
La tecnologia blockchain ha il potenziale per tenere traccia di ogni mangime o sostanza che viene utilizzata per il consumo e tutti i processi che hanno subito, attraverso tutte le fasi della catena di approvvigionamento.

Il Politecnico di Milano ha pubblicato un opuscolo Smart Agrifood Observatory che contiene un impatto significativo dell'innovazione digitale sul processo di tracciabilità alimentare, efficienza e benefici dell'utilizzo di blockchain e altre tecnologie innovative per la tracciabilità, migliorando la qualità degli alimenti e moltiplicando i ricavi, le opportunità e i problemi forniti da blockchain per tracciabilità del prodotto in Italia.

La tecnologia blockchain ha il potenziale per tenere traccia di ogni mangime o sostanza che viene utilizzata per il consumo e tutti i processi che hanno subito, attraverso tutte le fasi della catena di approvvigionamento. I clienti normalmente richiedono di conoscere l'origine del prodotto, i processi di produzione coinvolti, il modo in cui questi beni vengono trasportati e le aziende basate su blockchain devono triplicare i propri sforzi per soddisfare le elevate esigenze del proprio mercato.

Massimizzare la soddisfazione dei consumatori   

L'agricoltura e l'industria alimentare in Italia devono tracciare i prodotti non solo per rispondere alla legislazione volontaria o obbligatoria (Regolamento 178/2002): le informazioni sulla disponibilità possono produrre maggiore efficienza nello sviluppo dell'offerta, con effetti - ad esempio - sul miglioramento della gestione delle scorte, sprecare gli sprechi alimentari e fondere le relazioni a catena - oltre a creare nuove opportunità di mercato. Quando la blockchain viene utilizzata per tracciare i prodotti, i consumatori saranno in grado di ottenere informazioni sensibili su un determinato bene.   

Le tecnologie futuristiche, inclusa la blockchain, consentono di raccogliere facilmente una maggiore quantità di dati, mentre crollano i tempi, i costi sostenuti, aumentano l'efficienza dei processi della supply chain, riducono il margine di errore e alterano le informazioni, che potrebbero verificarsi in un sistema non digitalizzato, migliorare l'accesso ai dati e alle informazioni ai consumatori finali, aumenta la velocità di identificazione dei prodotti e riduce ulteriormente i costi di gestione di qualsiasi blocco.   

Secondo l'Osservatorio, circa 108 aziende alimentari hanno proposto più di 130 soluzioni per la tracciabilità digitale. Le soluzioni considerate avanzate combinano l'identificazione e l'acquisizione automatica dei dati con una riprogettazione dei processi tra i nodi chiave della catena di approvvigionamento.   

La sicurezza prima di tutto   

L'anno scorso, i casi d'uso di blockchain nell'industria alimentare italiana sono cresciuti in modo significativo, soprattutto con l'obiettivo di sostenere gli sviluppi della tracciabilità. La blockchain promette la sicurezza dei dati, aumenta la trasparenza all'interno della catena di approvvigionamento, migliora l'efficienza delle azioni di recupero dei dati, specialmente in gravi circostanze per la sicurezza alimentare, e alla fine avrà un ruolo importante nel ridurre la contaminazione dei rischi alimentari e sanitari che potrebbero verificarsi ai consumatori . La sicurezza degli ingredienti applicati nei prodotti alimentari destinati ai bambini piccoli sarà garantita per oltre il 90%. 

Tuttavia, nel tentativo di rafforzare i processi della catena di fornitura, i legislatori e altri gruppi politici, tra cui il Movimento a cinque stelle, stanno spingendo per le normative critiche sulla tecnologia dei ledger distribuiti in modo tale che aziende e imprese producano prodotti tracciabili blockchain, per iniziare a utilizzare l'emblema nazionale "Stellone" e marchio Made in Italy.

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link:  https://coinidol.com/blockchain-food-traceability/