Nel primo trimestre 2019 gli exchange di criptovalute hanno perso 356 milioni di dollari

May 03, 2019 at 12:23 // News
Author
Coin Idol
Con l'aumentare della velocità della blockchain, della criptovalute e dell'adozione della tecnologia DLT (distributed ledger technology), vari tipi di criminali e truffatori considerano anche i mezzi delle loro attività illegali.

Con l'aumentare della velocità della blockchain, della criptovalute e dell'adozione della tecnologia DLT (distributed ledger technology), vari tipi di criminali e truffatori considerano anche i mezzi delle loro attività illegali. I ladri hanno guadagnato oltre  356 milioni di dollari da exchange di criptovalute e dagli utenti solo nel primo trimestre del 2019.

Perdite e attività illegali associate a Blockchain

L'anno è iniziato con l'hack di Cryptopia. Hacker e ladri hanno guadagnato circa 18 milioni di dollari da Cryptopia, basata in Nuova Zelanda (NZ), il 14 gennaio. A marzo gli aggressori hanno anche avuto accesso agli hot wallet di DragonEx e CoinBene con sede a Singapore e sono scappati con un totale complessivo di oltre $ 46 milioni di ERC20, token basati su Ethereum (ETH).

Tuttavia, CoinBene ha confutato le accuse sostenendo che non è mai stato violato aggiungendo che i fondi degli utenti sono molto sicuri e protetti. Ma un'indagine è stata fatta sugli hot wallet di CoinBene e scoperto che circa $ 105 milioni in valuta digitale sono stati inviati a varie piattaforme come EtherDelta tra il 25 e il 28 marzo (periodo dell'hack).

Sempre a marzo, Bithumb, il gigante con base in Corea, ha subito una grave perdita di oltre 13 milioni di dollari di EOS e di 6 milioni di dollari di Ripple (XRP) a ladri sconosciuti (hacker). Pochi giorni dopo la perdita, l’exchange ha rivelato che si trattava di un "incidente che coinvolgeva addetti alle società".

Anche il gigante italiano BitGrail è stato attaccato e ha perso oltre 170 milioni di dollari di Nano. I clienti di questo exchange si sono lamentati nei tribunali. A febbraio, il tribunale fallimentare in Italia ha quindi ordinato al fondatore dell’exchange crypto  Francesco Firano, di rimborsare immediatamente tutti gli investitori / utenti che sono diventati vittime.

Il mese scorso, l'Ufficio del Procuratore Generale di New York ha scoperto la cosiddetta frode che comporta una perdita di oltre $ 850 milioni da parte di iFinex, una società che è dietro l’exchange Tether e Bitfinex. L’exchange è stato poi citato in giudizio per la frode avvenuta utilizzando i fondi Tether.

Gli utenti hanno subito gravi perdite di circa $ 195 milioni quando il CEO di QuadrigaCX, exchange di criptovalute con sede in Canada, Gerald Cotten è morto improvvisamente in India con le chiavi private per i cold wallet di tutti gli asset dell’exchange.

Anche un altro exchange di crypto coreano Coinbin ha perso oltre $ 26 milioni a causa di appropriazione indebita interna, e questo evento ha fatto sì che l’exchange finisse in bancarotta.

Criminalità informatica

L'Italia ha perso un sacco di soldi per il crimine informatico. Il paese ha perso 10 miliardi di euro in moneta digitale attraverso la frode online, il riciclaggio di denaro sporco e altre operazioni sotto copertura industriale, secondo il Global Risk Report 2019.

Inoltre, a causa delle deboli normative blockchain e della debole sicurezza informatica, nel 1 ° trimestre 2019 il paese ha registrato molti casi di truffa e sextortion, infatti, 600 euro in Bitcoin - il più grande criptoasset per capitalizzazione di mercato - sono stati persi dalle vittime della sextortion. I truffatori normalmente minacciano di avere immagini speciali, video con contenuti pornografici delle vittime e ne approfittano per chiedere denaro tramite Bitcoin.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU ha anche fatto alcuni commenti sul famigerato gruppo di hacker della Corea del Nord, Lazarus, accusato di essere dietro a più di cinque attacchi delle compagnie blockchain e crypto.

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link:  https://coinidol.com/cryptocurrency-exchanges-thieves/