USA, Italia e Danimarca utilizzeranno Blockchain nel voto elettronico

Aug 13, 2019 at 12:06 // News
Author
Coin Idol
Ci sono rapporti crescenti di attacchi informatici nella maggior parte delle grandi istituzioni tra cui governi e istituzioni finanziarie come banche, scambi di criptovaluta, ecc.

Un buon numero di paesi tra cui gli Emirati Arabi Uniti (Emirati Arabi Uniti), Italia, Estonia, Ucraina, Danimarca e Russia hanno in programma di utilizzare la tecnologia blockchain o ledger distribuita (DLT) per condurre i propri sondaggi attraverso sofisticati processi elettronici e in altri settori vitali. Mentre le elezioni presidenziali statunitensi si stanno avvicinando, alcuni candidati amichevoli alla blockchain tra cui Andrew Yang stanno proponendo l'uso della tecnologia nel sondaggio elettronico, per evitare brogli elettorali e manipolazione dei risultati del sondaggio, come è accaduto nelle ultime elezioni.

Ci sono rapporti crescenti di attacchi informatici nella maggior parte delle grandi istituzioni tra cui governi e istituzioni finanziarie come banche, scambi di criptovaluta, ecc. A causa di queste dilaganti insicurezze informatiche, si teme che le elezioni presidenziali statunitensi del 2020 saranno manomesse da questi aggressori anonimi.

Ci sono funzionari che suggeriscono che tutti i tipi di elezioni elettroniche dovrebbero essere eliminati soprattutto laddove i materiali hanno dimostrato di essere molto deboli. Tuttavia, ci sono anche quelli che pensano che le nuove tecnologie rivoluzionarie aiuteranno a rendere più sicuri i sondaggi.  

Blockchain e voto elettronico  

C'è un massiccio movimento verso le elezioni basate su DLT negli Stati Uniti e oltre. Il servizio di posta australiano, ad esempio, utilizza DLT per sviluppare un sistema agnostico, a prova di manomissione, tracciabile e senza volto che si dimostrerebbe resistente agli attacchi Denial of Service (DoS).  

Il depositario centrale di titoli russi, inoltre, sta sperimentando la blockchain, creando un efficiente sistema di voto per e-proxy, un libro mastro sul quale le attività di voto sono trasferite in modo sicuro e conteggiate in modo trasparente. La tecnologia è stata utilizzata nelle assemblee degli obbligazionisti e sarà ulteriormente diffusa in altri settori operativi del NSD.  

Anche l'Estonia è tra i leader della tecnologia e ha già lanciato un programma di e-residency. Sta cercando di terminare la sua struttura di voto elettronico basata su DLT che consentirà ai cittadini e ai residenti elettronici di partecipare fermamente al voto durante le assemblee degli azionisti delle imprese nazionali.