Tecnologia blockchain e P2P per trasformare il mercato dell'energia in Italia

Feb 12, 2019 at 17:11 // News
Author
Coin Idol
Il settore ha subito un forte cambiamento a causa della tecnologia blockchain che ha nuovi strumenti e risorse per affrontare la questione della sostenibilità. La blockchain possiede le caratteristiche necessarie per sviluppare una rete di mercato energetico peer-to-peer (P2P).

L'Italia, il Paese numero 4 al mondo per quanto riguarda l'uso della tecnologia blockchain, ha ancora bisogno di maggiori implementazioni blockchain per diventare leader nel settore. L'epoca dell'energia, dell'innovazione e della digitalizzazione sta contribuendo a una trasformazione fondamentale, tra alti e bassi.

Il settore ha subito un forte cambiamento a causa della tecnologia blockchain che ha nuovi strumenti e risorse per affrontare la questione della sostenibilità. La blockchain possiede le caratteristiche per sviluppare una rete energetica peer-to-peer (P2P), secondo i report Blockchain4innovation. 

Il ruolo della DLT

Le caratteristiche della blockchain aggiungono alla buona catena della sostenibilità un collegamento supplementare che può essere definito come quello del P2P energetico, o il potenziale di applicare a un controllo energetico tra "pari", in un modo di uno scambio o di vendita del surplus di energia ad altri argomenti con le stesse caratteristiche.

Ad esempio, lo scambio o la vendita di eccedenze di energia tra i vicini. Una prospettiva che può essere colta nel momento in cui il tema della microproduzione energetica e della trasmissione di energia in eccesso a quello della comunità sia congiunto.

Il punto di partenza è rappresentato dalla comunità di MySolar Family, che ora è completamente digitale. La piattaforma fornisce servizi energetici a target prosumer, composti da piccoli produttori e utenti di energia che sono suggeriti per abbracciare un effettivo portafoglio energetico basato sulla piattaforma DLT (distributed ledger technology).

Il portafoglio è combinato, misurando la capacità di produzione e acquisiscono asset di valore energetico con gli stessi asset del valore economico. Lo scambio di energia è in tutti i riferimenti a un contenuto economico, e l'obiettivo principale è quello di consentire la vendita in qualsiasi momento e per qualsiasi questione nella comunità.
L'intero sistema di misurazione intelligente viene creato con questo obiettivo nella prospettiva di essere in grado di gestire i contratti tra i "pari". Ciò significa che il produttore deve immettere la propria energia nel mercato e anche istruire e gestire i contratti con gli utenti. Ma la parte della community e della DLT va oltre.

Aggregatore di risorse

La capacità produttiva di questi micro-produttori, quando collaborano in modo efficace, può portare ad un equilibrio significativo sulla rete elettrica nazionale in una razionale Smart Energy. Sebbene la legislazione in Italia oggi non permetta lo scambio o la vendita di eccedenze di energia domestica nella rete, anche se le condizioni stanno iniziando a garantire che la parte latente di questo mercato e le risorse sociali di questa organizzazione del mercato dell'energia possano contribuire a qualcosa a questo giro.

Tuttavia, con la DLT ci sono condizioni tecnologiche per gestire un'organizzazione di produzione e distribuzione decentralizzata.

"Non potendo beneficiare dello scambio di energia tra individui - prosegue Giampetruzzi - Evolvere, in questa fase, intende utilizzare la blockchain per gestire il monitoraggio e garantire che i dati di consumo dei contatori siano certificati da una soluzione basata su blockchain. Stiamo anche lavorando alla possibilità di organizzare la comunità come aggregatore di risorse che agisce in modo coordinato con i principali fornitori di energia, apportando un contributo primario al bilanciamento della rete, ma anche una gestione coordinata della catena dei consumi, e un'analisi critica precisa e certificata. "

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link:  https://coinidol.com/blockchain-tech-energy/

Show comments()