Italia: opportunità, mercato, limitazioni e trasmissione su Blockchain da una Ricerca IDC

Jan 27, 2019 at 10:31 // News
Author
Coin Idol
Una ricerca mostra che il 75,5% delle aziende di tutto il mondo crede nella tecnologia blockchain

Una ricerca condotta da IDC lo scorso anno, mostra che il 75,5% delle aziende di tutto il mondo crede che la tecnologia blockchain faciliterà le iniziative di trasformazione digitale per il prossimo mezzo decennio. In Europa, sebbene sia ancora molto piccola, la percentuale di imprese che stanno conducendo progetti pilota su blockchain risulta essere circa il 9% del numero totale di intervistati, secondo quanto riporta Tech Economy.

Infatti, in molte aziende, la blockchain non è affatto nota o non è ben compresa la maniera migliore di introdurla nelle attività commerciali e gli impatti che essa comporta per il business. L'Italia non è esclusa da questa visione, la tecnologia blockchain è oggi in una fase di studio - le imprese e le autorità pubbliche stanno portando avanti progetti pilota ma ancora in fase di test.

In generale, lo scorso anno, le aziende in Italia che affermano di aver raggiunto la fase di valutazione sulla blockchain sono il 28% secondo IDC, ma tra queste nessuna azienda ha considerato l'implementazione produttiva di questa tecnologia.

C'è un mercato pronto per la DLT?

L'IDC si avvicina alla spesa globale della tecnologia di contabilità generale (DLT) da parte delle imprese di tutti i settori con un valore di circa 1,5 miliardi di dollari dall'anno scorso, con un aumento significativo di circa il 103% rispetto al 2017, e questo conferma come l'anno scorso sia stato un anno vitale, in particolare per le operazioni di Proof-of-Concept.

Gli Stati Uniti sono la nazione che investe di più in blockchain, con una quota pari a circa il 46% dell'intero mercato. In tutta Europa, gli investimenti in blockchain hanno raggiunto i 560 milioni di euro raddoppiando gli investimenti rispetto al 2017, e questo dimostra un interesse positivo da parte delle aziende che operano nel continente per tentare progetti pilota su tecnologia blockchain.

Nei prossimi anni, l'investimento mondiale in DLT avrà tassi di crescita significativi, con un CAGR approssimativo nel periodo tra il 2018 e il 2022 di circa il 73%. Si stima che la somma totale della spesa raggiunga circa $ 11,7 miliardi nel mondo entro il 2022.

"La volontà di migliorare i processi attraverso la digitalizzazione ha detto Diego Pandolfi - direttore in ricerca e consulenza di IDC Italia - continuerà a spingere gli investimenti nella blockchain, soprattutto per rinnovare e ordinare processi obsoleti che hanno molti punti deboli in termini di sicurezza delle transazioni e scambio di dati."

Tuttavia, sembra che l'Italia stia facendo sempre meglio ogni giorno che passa, recentemente l'Università di Milano-Bicocca ha abbracciato la tecnologia blockchain per iniziare a certificare i titoli accademici degli studenti al fine di ridurre la burocrazia e anche garantirne l'autenticità, come riportato da Coinidol. 

Ancora da Coinidol, il governo italiano ha anche dato il primo semaforo verde alla regolamentazione della blockchain  e alle modifiche legali sui contratti intelligenti nel Decreto sulla semplificazione introdotto il 24 gennaio.

Show comments()