L'Italia ha 77 nodi Bitcoin, classifica 21° al mondo

Jan 29, 2019 at 17:32 // News
Author
Coin Idol
l'Italia ha 77 nodi bitcoin

Il nuovo livello di aggiornamento delle nazioni con il maggior numero di nodi Bitcoin raggiungibili è stato recentemente realizzato da Bitnodes, un sito popolare sui nodi della rete Bitcoin (BTC). Al momento della stampa, ci sono più di 10.000 nodi raggiungibili relativamente distribuiti in tutto il mondo. I nodi esistono in due tipi, ovvero: accessibile (raggiungibile) e non accessibile (non raggiungibile).

Questi raccolgono i collegamenti in entrata e in uscita che hanno, quindi prendono parte al mantenimento della rete in modo attivo e alla generazione di blocchi della blockchain di Bitcoin. Quei nodi che non possono essere accessibili nuovamente, possono eseguire solo connessioni in uscita.

Ciò può essere dovuto all'esistenza di un firewall di rete, NAT o blocchi di provider che non possono rivelare pubblicamente gli indirizzi IP, disabilitando in tal modo altri nodi a connettersi a essi. Mettendola semplicemente, quindi, quelli facilmente raggiungibili e visibili a tutti sono i nodi accessibili dal loro indirizzo IP statico e pubblico.

Diamo un'occhiata a dove si trovano esattamente e in quale posizione si trova l'Italia.

Stati Uniti, Germania, Francia e Paesi Bassi

La classifica di Bitnodes mostra che i nodi sono detenuti in maggioranza dagli Stati Uniti (USA), con oltre il 25% di tutti i nodi. Generalmente, la maggior parte di essi si trova in California, il 3° stato più grande - l'hub tecnologico degli Stati Uniti.

La Germania arriva in seconda posizione, con oltre il 19% dei nodi nella rete BTC. La Francia ha circa 700 nodi (circa il 6,8%) e arriva al terzo posto.

L'Olanda è al 4 ° posto con 495 nodi, al momento della stampa. Sorprendentemente, la Cina si trova in quinta posizione, con circa 411 nodi accessibili attivi (circa lo 3,98% dell'intero parco macchine).


Tuttavia, l'Italia arriva al 21° posto, con 77 nodi (circa lo 0,75%). È seguito dalla Spagna che ha 76 nodi e India (con 74 nodi).

Diversi utenti optano per una VPS invece di un nodo home a causa di diversi motivi. Ad esempio, in Italia molte persone hanno connessioni poco performanti. L'altro motivo è: le tariffe pagate per ottenere un proxy Internet pubblico statico e fuori da qualsiasi NAT. Questo rende molto complicato creare un nodo accessibile a casa, secondo il rapporto di Cryptominando.

I progetti crypto e blockchain in Italia stanno portando aspettative di boom economico e promettendo un certo tenore di vita a tutti i cittadini italiani, come recentemente riportato da Coinidol.

Il paese sta facendo bene, anche secondo la classifica di Bitnode; infatti il governo ha annunciato di supportare tecnologie innovative tra cui la crittografia e la blockchain. Ad esempio, è stata recentemente lanciata una commissione tecnologica blockchain che comprende 30 esperti di alto livello sulla tecnologia, come rivelato da Coinidol un paio di giorni fa.

Puoi leggere questo articolo in inglese segui il link -  https://coinidol.com/italy-bitcoin-nodes/