Gli italiani viaggiano con un'identità digitale Blockchain unica

Aug 02, 2019 at 12:19 // News
Author
Coin Idol
Tra dieci anni, i passeggeri nel trasporto aereo internazionale aumenteranno a circa 1,8 miliardi (+ 50%) rispetto agli 0,85 miliardi di passeggeri disponibili nel 2016.

Utilizzando algoritmi, blockchain, criptovalute e altre tecnologie innovative, italiani e altre persone in tutto il mondo saranno in grado di viaggiare con un'identità digitale unica. Tra dieci anni, i passeggeri nel trasporto aereo internazionale aumenteranno a circa 1,8 miliardi (+ 50%) rispetto agli 0,85 miliardi di passeggeri disponibili nel 2016.

Con i sistemi esistenti, gli aeroporti non possono tenere il passo. Durante il World Economic Forum, è stato lanciato il progetto pilota KTDI (Known Traveler Digital Identity), una tecnologia biometrica che associa un'identità digitale unica alla persona per poter viaggiare tra aeroporti e hotel in diversi paesi utilizzando il tuo dispositivo mobile. Una soluzione avanzata che cerca di rispondere all'esigenza di gestire in sicurezza un traffico in costante crescita, che diventa il vero punto cruciale dei prossimi anni.

Blockchain per trasformare il trasporto aereo

L'ottimizzazione di tutti i processi del settore dei viaggi è un compito complesso, che comporta costi e operazioni, organizzazione e modelli di business. Il punto critico più importante nell'adozione di nuove tecnologie. Le competenze necessarie per guidare il cambiamento e far evolvere i sistemi legacy esistenti integrando i nuovi paradigmi digitali. C'è una mancanza di talento e il settore sarà tra quelli più colpiti dalle perturbazioni nei prossimi anni, più che nei settori del software, dell'hi-tech e della vendita al dettaglio.

Il viaggio è un mondo in forte evoluzione, per il quale parliamo (non sorprendentemente) di hotel a ricezione autonoma, di veicoli a guida autonoma che trasporteranno i viaggiatori verso le loro destinazioni da un aeroporto o una stazione ferroviaria. Un mondo in cui la sfida lanciata dai nuovi operatori "low cost" si riflette nel successo delle piattaforme di agenti di viaggio online (OTA), che hanno reso più semplice la prenotazione di hotel, voli, auto e crociere arrivando a controllare il 50% di il mercato delle prenotazioni e il ruolo sempre più ampio svolto dalle startup di tecnologia dei viaggi, che stanno cancellando gli intermediari.

Non sorprende quindi che gli operatori tradizionali stiano cercando (e trovando) modi per offrire servizi di viaggio più completi: la maggior parte delle compagnie aeree ora vende camere, automobili e altro ancora. Consentire un rapido cambiamento in termini di infrastruttura tecnologica, processo e organizzazione è la sfida; gestire e abilitare, allo stesso tempo, tutti i requisiti e i componenti alla base del processo di innovazione è la ricetta per vincerlo.

Tecnologie dirompenti come la realtà aumentata e virtuale, l'Internet of Things (IoT), l'intelligenza artificiale (AI), le reti neurali e la blockchain per il decentramento sicuro delle transazioni e l'autenticazione dei profili dei clienti e delle criptovalute - ricorda, ci sono già progetti che coinvolgono utilizzo di bitcoin e altre criptovalute, per l'acquisto di voli. Alcuni esempi includono quello di Norwegian Air che è pronto a vendere biglietti tramite Bitcoin, AVINOC, il token ARN nativo consentito su vari mercati tra cui Aerotrips.com, Singapore Airlines (SIA) utilizzerà Blockchain per il programma fedeltà, VIMANA Global e molti altri.

Digitalizzare tutto

Le tecnologie emergenti stanno inoltre riorganizzando il percorso del cliente e l'applicazione di questo concetto sono le soluzioni sviluppate nel Dock di Dublino dal 2017. La piattaforma aiuterà a gestire l'imbarco di 1,3 miliardi di passeggeri ogni anno per conto di oltre 500 compagnie aeree e 200 mila viaggi agenzie.

Gli ingegneri stanno inoltre cercando di sviluppare un "pagamento senza attrito", un progetto pilota di una soluzione di pagamento, supportato dalla carta di imbarco e collegato al profilo dell'utente registrato sul sito Web della compagnia aerea in cui è stato acquistato il biglietto del volo, per i prodotti offerti a bordo.

Il sistema funziona come segue: l'equipaggio acquisisce tramite tablet e una rete in volo - senza utilizzare una connessione Internet - il codice Qr della carta d'imbarco dal cellulare del passeggero, verifica i dati in tempo reale e conclude la transazione eliminando il problema di denaro contante, di carte elettroniche non supportate e fastidiosi ritardi per completare l'operazione. Alcuni degli esperimenti recentemente conclusi mostrano che il 92% dei clienti rifarebbe l'esperienza e che attraverso questo strumento potrebbero aumentare le vendite a bordo del 13% in un anno.

Show comments()