Decreto AML San Marino Blockchain e Crypto

Mar 24, 2019 at 15:26 // News
Author
Coin Idol
San Marino ha elaborato un decreto che mira a creare forti procedure AML in relazione alla blockchain, in modo da standardizzare la tecnologia in Italia.

Nel tentativo di prevenire attività illegali legate alla blockchain e alla criptovaluta, la Repubblica di San Marino ha emanato un decreto che mira a creare una forte regolamentazione antiriciclaggio (AML) in relazione alla tecnologia del libro mastro distribuito (Distributed Ledger Technology), in modo da standardizzare la tecnologia e valutare ulteriormente tutti i potenziali scenari in Italia.

Il Paese europeo situato all'interno dei confini dell'Italia, sta enfatizzando la disciplina AML per rendere la tecnologia che è in gran parte considerata misteriosa, più trasparente. La mossa è interessante sia per la Repubblica che per l'Italia poiché verranno adottate possibili soluzioni specifiche che regolano la relazione tra le misure Distributed Ledger Technology e AML.   

I cittadini chiedono posti di lavoro dal governo, ed è attraverso questa iniziativa che la Repubblica sta cercando di attirare più investimenti al fine di creare opportunità per i cittadini disoccupati, in particolare i giovani, e mira anche a rilanciare l'economia locale. Stefano Loconte, professore di diritto tributario presso la LUM Jean Monnet University ha sottolineato che:   

"A monte, la massima trasparenza è assicurata e tutti quei soggetti o tutti quelli sono operazioni di rimbalzo che non sono in linea con gli standard sammarinesi".   

San Marino diventa un centro per la tecnologia blockchain   

Il sogno del paese è quello di vedere se stesso diventare un hub tecnologico di blockchain internazionale, e in base alla legislazione, il paese cerca di emettere due tipi di token. quelli per l'uso e l'altro per l'investimento. Ora, il governo è ancora in attesa che l'Institute of Innovation di San Marino approvi prima l'argomento, in modo tale che il processo di autorizzazione possa iniziare in modo efficace.   

Nell'aprile 2018, si è posto nella posizione di diventare un terreno fertile per tecnologie innovative come la blockchain, come riportato da Coinidol. Gli sforzi pratici e legislativi per creare una struttura legale e strutture forti sono iniziati immediatamente - per raggiungere il loro obiettivo prefissato di diventare un centro blockchain, proprio come Malta.   

Tuttavia, durante la presentazione dell'offerta iniziale di gettoni monete (ICO) e l'emissione dei token, l'Institute of Innovation presenterà white paper più note riassuntive oltre a token pubblicitari senza l'inganno o l'incertezza.   

La direttiva sul prospetto europeo stabilisce che al momento della presentazione delle monete da investimento è necessario avere un prospetto pubblico. Le entità blockchain sono obbligate a stabilire la fiducia tra gli utenti prima di avviare le società. In questo caso, la fiducia funziona come unico interlocutore con l'emittente di gettoni / monete. Ciò rafforzerà la relazione tra gli emittenti di token e gli utenti.   

Procedure antiriciclaggio   

Il decreto di emissione della cripta sammarinese copre ulteriormente gli incentivi fiscali. La legge nazionale stabilisce l'esenzione fiscale ai fini IGR specificamente per tutte le entrate generate da attività e transazioni condotte utilizzando criptovalute come Bitcoin. Il decreto cerca di attirare più investitori ma non aprire il mercato indiscriminatamente.   

Mentre lanciava il decreto blockchain, le autorità della repubblica hanno sottolineato l'aspetto connesso al controllo dell'AML. La procedura e le richieste di rilascio di token devono essere sottoposte a controlli costanti, in particolare sulla parte di verifica. La professoressa Loconte spiega:   

"Il decreto si pone ai più alti livelli di allerta con riferimento alle procedure AML perché non solo fornisce espressamente che tutte le transazioni finiscono nel campo della legislazione pertinente, ma tutti i soggetti e tutte le operazioni sono soggetti alla cosiddetta verifica rafforzata , quindi quella particolare procedura all'interno della disciplina AML."   

"Inoltre, solo le persone appartenenti a giurisdizioni che assicurano livelli di qualità almeno uguali a quelli della Repubblica, dovrebbero affrontare questo mondo sammarinese. Se il paese di una compagnia che crede di fare un'operazione alla Repubblica non ha una disciplina antiriccheggio in linea con gli standard di sanmarinesi non sarà in grado di avere accesso", ha aggiunto. 

All'inizio di questo mese, la Repubblica ha testato blockchain e cripto emettendo il Decreto Delegato n. 37 noto come "Regole sulla Distributed Ledger Technology per le imprese", che stabilisce una modifica standard dell'asso delle valute digitali - classificandole come gettoni di utilità e di investimento.

Show comments()