I 5 migliori attacchi ad exchange di criptovalute del 2019

Dec 31, 2019 at 14:11 // News
Author
Coin Idol
Gli exchange di criptovalute più importanti  hanno affrontato perdite  quest'anno a causa di enormi attacchi informatici

Un paio di giganteschi exchange di criptovalute a livello globale hanno dovuto affrontare perdite quest'anno soprattutto dopo aver subito attacchi ripetitivi da hacker sconosciuti. A causa di questi attacchi, sia gli investitori che gli exchange hanno perso miliardi e miliardi di denaro. Quest'anno abbiamo visto alcuni episodi di hacking pesanti, ti abbiamo portato alcune delle principali violazioni del 2019.

Sì, le criptovalute sono decentralizzate, quindi altamente sicure poiché la tecnologia sottostante è blockchain e DLT, tuttavia, la maggior parte delle aziende che le detengono sono ancora centralizzate e, a causa di ciò, sono diventate un obiettivo principale dei cyberattaccanti.

Cryptopia

Il primo exchange ad essere hackerato è stata una società con sede in Nuova Zelanda (NZ) chiamata Cryptopia, che è stata hackerata due volte a gennaio. Lo scambio ha perso oltre $ 2,5 milioni in Ether, $ 1,2 milioni di token CENNZ. Come riportato da coinidol.com, il punto vendita mondiale di blockchain, Cryptopia è stato costretto a chiudere dalla polizia, ha chiesto rimborsi da parte degli utenti, trascinata nei tribunali, liquidatori impiegati per fare valutazioni e le indagini e altri processi sono ancora in corso .

Binance

La più grande azienda di criptovalute hackerata è stata Binance - il più grande scambio al mondo basato sul volume degli scambi - che è avvenuto a maggio 2019, portando alla perdita di oltre 7000 Bitcoin (circa $ 50,232 milioni). L'hacking era dovuto alla miscela di malware e attacchi di phishing. Grazie alle grandi dimensioni di Binance, questo gli ha permesso di recuperare un po 'di denaro e rimborsare i suoi utenti. L'exchange è stato in grado di riprendersi e, mentre parliamo in questo momento, supera ancora gli altri scambi di valute digitali in termini di volumi di trading.

Bithumb

L'attacco facile da usare è stato quello dell' exchange con sede in Corea del Sud, Bithumb, che è stato violato a maggio di quest'anno e ha visto l'azienda perdere più di $ 20 milioni. L'attacco è in qualche modo diverso rispetto al modo in cui gli altri sono stati hackerati - l'hacking è stato attribuito a un addetto ai lavori - e questo ha innescato un ampio dibattito nel settore, in particolare sulla fiducia nelle piattaforme centralizzate. Fortunatamente, la sua unica Bithumb come società che ha perso tutto il denaro rubato proveniva dalle sue stesse riserve, questo significa che nessun singolo cliente ha perso i suoi soldi immagazzinati / depositati / investiti nello scambio.

GateHub

Un'altra popolare violazione del portafoglio viene da GateHub che è avvenuta a giugno durante il periodo in cui la corsa al toro delle criptovalute stava raggiungendo il culmine. Più di $ 10 milioni a Ripple sono stati illegalmente montati da ladri sconosciuti. Gli hacker sono riusciti a ottenere l'accesso al fondo compromettendo l'API del portafoglio.

CoinBene

L'attacco più misterioso è quello di CoinBene che risale a marzo 2019. L'exchange si è reso conto in ritardo che l'hot wallet si stava lentamente svuotando. Ciò ha sollevato preoccupazioni tra gli utenti e l'analista. Nessuno conosce l'esatta quantità di fondi rubati. CoinBene ha dovuto uscire e rivolgersi agli utenti, assicurando loro che non è successo nulla - che era affari come al solito - affermando che era solo un problema di manutenzione che paralizzava le operazioni quotidiane dello scambio.


Show comments()